GOVERNO: LE TRE EMERGENZE SECONDO IL PDS (2)
GOVERNO: LE TRE EMERGENZE SECONDO IL PDS (2)

(adnkronos) - Nel documento il Pds chiede la soppressione o la fusione di alcuni ministeri (sanita', industria, ppss, turismo e agricoltura) e l'eliminazione di tutti gli incarichi senza portafoglio. Dal prossimo governo non dovranno essere nominati piu' di due sottosegretari per dicastero.

Risanamento e sviluppo economico: si devono predisporre le misure per evitare la riduzione del tenore di vita della popolazione e del potere di acquisto, salvaguardando retribuzioni e pensioni. IN questo secondo capitolo, assai diffuso, si chiede ''venga effettivamente avviato un credibile e duraturo processo di convergenza'' con il trattato di Maastricht. SI illustrano inoltre una serie di provvedimenti per arginare la ''deindustrializzazione'' di alcuni settori produttivi e si indicano misure per un recupero di competitivita'.

Lotta alla criminalita': devono esser attivate norme e strutture non ancora funzionanti come la legge anti riciclaggio e le incertezze che permangono sulla tutela dei pentiti. La Dia sia messa in condizione di agire compiutamente e deve essere posto termine al ''conflitto aperto dal ministero della giustizia contro il Csm'' sulla procura nazionale antimafia.

L'applicazione rigorosa delle leggi sullo scioglimento delle amministrazioni locali in odore di mafia, aumentare uomini e mezzi per gli uffici giudiziari e le forze dell'ordine sono altri punti che il Pds ritiene prioritari per arginare i fenomeni della criminalita' organizzata.

(red/BB/ADNKRONOS)