GOVERNO: SEGNI ''IMPEGNI PER RIFORME ELETTORALI''
GOVERNO: SEGNI ''IMPEGNI PER RIFORME ELETTORALI''

ROMA, 18 GIU. -(ADNKRONOS)- L'ON. MARIO SEGNI IN UNA DICHIARAZIONE HA RILEVATO CHE ''L'ITALIA ATTRAVERSA UNA CRISI DI CUI IL MONDO POLITICO NON AVVERTE LA GRAVITA'. MA PROPRIO QUESTO DEVE SPINGERCI A NON FARE UN GOVERNO COMUNQUE, MA A FARE UN GOVERNO CHE AFFRONTI DI PETTO I PROBLEMI. QUELLO ISTITUZIONALE E' IL PRIMO ED E' LA PREMESSA PER AFFRONTARE GLI ALTRI. PER QUESTO NOI CHIEDIAMO CON FORZA, COME ABBIAMO SEMPRE FATTO DA QUANDO E' SORTO IL PATTO, UN GOVERNO CHE METTE AL PRIMO POSTO UNA RIFORMA ELETTORALE BASATA SUI COLLEGI UNINOMINALI E ISPIRATA AL PRINCIPIO MAGGIORITARIO, INSIEME ALLA ELEZIONE DIRETTA DEL SINDACO, E CONDIZIONIAMO A QUESTO LA FIDUCIA AL GOVERNO''.

''SU QUESTO IL 5 APRILE ABBIAMO AVUTO -HA RILEVATO SEGNI- LA FIDUCIA DEGLI ELETTORI. E NULLA PIU' DI QUELLO CHE E' CAPITATO NEI MESI SUCCESSIVI DIMOSTRA LA INDILAZIONABILITA' DI QUESTA RIFORMA''.

''ASPETTIAMO DI LEGGERE COME QUESTE COSE TROVERANNO POSTO NEL PROGRAMMA DEL GOVERNO, CON QUALI CONTENUTI E SOPRATTUTTO CON QUALI TEMPI. PERCHE' DI IMPEGNI GENERICI RIMASTI SULLA CARTA -HA CONCLUSO SEGNI- SONO PIENI GLI ARCHIVI DEL PARLAMENTO''.

(COM/PAN/ADNKRONOS)