GOVERNO: SINISTRA PSI (2) - SPINI, RAFFAELLI, ANIASI, GIUGNI
GOVERNO: SINISTRA PSI (2) - SPINI, RAFFAELLI, ANIASI, GIUGNI

(ADNKRONOS) - UNANIME L'APPREZZAMENTO DELLA DECISIONE DI CRAXI DI RINUNCIARE A PALAZZO CHIGI, PRESERVANDO AL PSI LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO. SPINI RINGRAZIA IL SEGRETARIO PER AVER ''ANTEPOSTO IL PARTITO ALLA PROPRIA PERSONA'' E SOTTOLINEA CHE IL SUO GESTO ''PUO' APRIRE IMPORTANTI SVILUPPI NEI RAPPORTI CON GLI ALTRI PARTITI'', ANCHE PERCHE' IL TENTATIVO DI AMATO PUO' COMINCIARE DAI PARTITI DELLA VECCHIA MAGGIORANZA, ''MA NON DOVREBBE COMUNQUE RIMANERE NELL'ALVEO DEL QUADRIPARTITO''. ''VEDREMO -DICE MARIO RAFFAELLI- SE AMATO RIUSCIRA' A FARE CIO' CHE CRAXI NON HA POTUTO PER COLPA DEL PDS, CIOE' A FORMARE UN GOVERNO CHE VADA OLTRE IL QUADRIPARTITO E CONTRIBUISCA A REALIZZARE IN ITALIA UNA DEMOCRAZIA DELL'ALTERNANZA''. INSOMMA, CONFERMA ALDO ANIASI, ''ORA STA AD ALTRI RACCOGLIERE IL SEGNALE DI APERTURA RESPONSABILMENTE INVIATO DA CRAXI''.

COSI', MENTRE ENZO MATTINA PUNTA SULLA ''FANTASIA'' DI AMATO PER FORMARE UN GOVERNO ''PIU' RAPPRESENTATIVO DELLE RICHIESTE DELLA OPINIONE PUBBLICA'', GINO GIUGNI SOTTOLINEA CHE NEL PSI ''L'APERTURA AL PDS LA VORREBBERO TUTTI'', MA AGGIUNGE CHE L'OSTACOLO STA PROPRIO NEL GRUPPO DIRIGENTE DELLA QUERCIA, DOVE ''C'E TRAVAGLIO'' SU UN GOVERNO A GUIDA SOCIALISTA: ''C'E' CHI CI VUOLE STARE -DICE GIUGNI- CHI NON VUOLE E CHI NON PUO'. E QUESTI ULTIMI SONO I PIU' MA TEMONO LA 'CONCORRENZA' DEI NEOCOMUNISTI DI RIFONDAZIONE''.

QUANTO AL PSI, GIUGNI CHIEDE CHE IL GOVERNO AMATO NON SIA ''IDENTIFICABILE COME UN ESECUTIVO 'AMICO' CON UN RAPPORTO DI BENEVOLO PATERNALISMO, COME ALTRI HANNO FATTO IN PASSATO. NEI SUOI CONFRONTI -AGGIUNGE- CI DEVE ESSERE LA STESSA SOLIDARIETA' CHE ABBIAMO DATO AL GOVERNO CRAXI, SPERANDO CHE RIESCA NEL MIRACOLO DI IMPRIMERE UN RINNOVAMENTO SIA AL PAESE SIA ALL'INTERNO DEL PSI''.

(PNZ/PE/ADNKRONOS)