IMMUNITA': CONVEGNO DEL PSI
IMMUNITA': CONVEGNO DEL PSI

Roma, 18 giu. -(adnkronos)- I socialisti sono favorevoli alla riforma della immunita'parlamentare per cancellare ogni abuso ma diffidano della abrogazione di un istituto che e' essenziale per il libero esercizio dell'attivita' del parlamento che e' il centro propulsore della vita democratica del paese. E' quanto e' emerso nel corso del convegno organizzato dai gruppi parlamentari del Psi. Il presidente dei senatori socialisti Fabio Fabbri ha rilevato che i socialisti affrontano il problema dell'immunita' parlamentare in un momento e in un clima che ''consiglierebbero il rinvio del dibattito per legittimo suspicione: essendo in corso una gara alla lapidazione della cosiddetta classe politica. Ci sforzeremo tutavia -ha rilevato fabbri - di approfondire e definire le nostre proposte di riforma con assoluta serenita' d'animo''.

Il presidente dei deputati socialisti Salvo Ando' ha rilevato come sia tempestiva, opportuna, l'iniziativa di discutere della riforma dell'immunita'. Nel fare una ampia analisi giuridico-costituzionale della riforma dell'immunita' Ando' ha concluso rilevando che ''nessuno, o almeno nessuna persona di buon senso, in un momento di cosi' grande confusione politica ed istituzionale vuole stravolgere i caratteri fondamentali della rappresentanza poltica per rendere questa funzione piu' debole, piu' aggredibile, rispetto alle altre funzioni dello stato''.

''La moralita' pubblica giammai potra' conseguirsi spostando la linea dell'arbitrio a favore dell'uno o dell'altro potere. Il problema e' un altro: si tratta di sapere garantire il primato della legge sempre, facendo si' che una condizione di equilibrio tra i oteri non sia mai stravolta, non sia unilateralmente modificata. Nel momento stesso in cui cio' dovesse avvenire, l'intero sistema dei rapporti tra i poteri pubblici andrebbe riconsiderato. Si tratterebbe di rivedere il complesso delle garanzie e dei limiti, attraverso i quali il nostro ordinamento definisce l'identita' istituzionale di ciascun potere''.

(gug/pan/adnkronos)