MONUMENTI: RESTAURI E PERICOLI PER IL DUOMO DI ORVIETO (2)
MONUMENTI: RESTAURI E PERICOLI PER IL DUOMO DI ORVIETO (2)

(ADNKRONOS) - IL RELIQUIARIO DEL CORPORALE DI ORVIETO - UNA ''SPECIE DI PITTURA MESCOLATA CON LA SCULTURA'' E' UN CAPOLAVORO DELL'ARTE ORAFA DEL 1300. LA SUA REALIZZAZIONE FU AFFIDATA, TRA IL 1337 ED IL 1338, AD UGOLINO DA VIERI ''PER DARE DEGNA CONSERVAZIONE AL LINO LITURGICO CHE FU MIRACOLOSAMENTE INTRISO DEL SANGUE DI CRISTO DURANTE LA MESSA DI BOLSENA DEL 1263''.

L'OREFICERIA DEL TEMPO (COME TESTIMONIA IL FILM REALIZZATO DALLA SOPRINTENDENZA SU FOTOGRAFIE DI V.ACHILLI) ERA PROFONDAMENTE LEGATA AL DISEGNO ARCHITETTONICO GOTICO E QUINDI ALLA RICERCA DI UN'IDEA, SE NON PROPRIO ALLA VISIONE, DELL'OLTREMONDO.

SI VERIFICANO PERTANTO -COME SCRIVE GIUSI TESTA NEL PRIMO NUMERO DI ''DE FABRICA''- ''MICROESEMPI DI ARCHITETTURA IMMAGINARIA''. IN EFFETTI L'ARTISTA OREFICE TENTA DI GIUNGERE A QUELLA SORTA DI 'RAREFAZIONE DELLO SPAZIO-TEMPO'' CHE HA VISTO, O HA CREDUTO DI VEDERE, ALL'INTERNO DEI TEMPLI GOTICI. IN REALTA' LE RIDOTTE DIMENSIONI DEL 'MONUMENTO' ALLONTANANO QUESTA POSSIBILITA' ED ACCENTUANO INVECE LE VALENZE CROMATICHE. E NON SOLO. LA RICERCA DI SIMBOLI ESTETICAMENTE PERFETTI E ATTRAENTI CONSENTE UNIFICAZIONI IDEALI: LA STELLA DI DAVID, INSERITA NEL CERCHIO (SOLE-DIO) RACCHIUDE IN SE L'ARCANGELO GABRIELE.

SABATO ALLE 18, NEL DUOMO DI ORVIETO, IL VESCOVO DECIO LUCIO GRANDONI INTERVERRA' CON FRANCESCO SISINNI ALLA PRESENTAZIONE DEL RELIQUIARIO RESTAURATO.

(PAL/PAN/ADNKRONOS)