PDS: OCCHETTO AFFIDA ALLA DIREZIONE IL DIBATTITO SUL GOVERNO
PDS: OCCHETTO AFFIDA ALLA DIREZIONE IL DIBATTITO SUL GOVERNO

Roma, 18 Giu. (Adnkronos) - Achille Occhetto, nella sua relazione che ha aperto i lavori della direzione cominciata stamane intorno alle 11.00, affida all'organismo del pds il dibattito e la decisione se il partito dEBBA o meno essere coinvolto al governo. Per la verita' nell'intervento di Occhetto si discute ampiamente e diffusamente d'altro, soprattutto del rinnovamento della politica, delle istituzioni, e in particolar modo dei partiti. Una parte piu' breve e che ribadisce le linee finora espresse dal segretario e da altri esponenti del partito tratta del ''governo di svolta'' e dell'altra svolta, verificatasi ieri, coincisa con la rinuncia di Bettino Craxi a candidarsi alla guida del prossimo esecutivo.

Cosi' il segretario non si propone, ''semplicemente di andare al governo'' ne' ''semplicemente di stare all'opposizione. Solo un progetto organico sociale, strutturale e istituzionale di rifondazione della repubblica -sostiene- puo' consentire alla sinistra di rilanciare la propria funzione di polo di aggregazione delle energie riformatrici presenti nel paese''.

Il leader della Quercia ritiene fuori dubbio che ''il mettersi in gioco puo' accelerare i processi positivi negli altri e nell'insieme della situazione''. La discriminante per una partecipazione del pds al governo rimane quella di sempre, ''la formazione di un governo diretto da uomini nuovi svincolato dai patteggiamenti tra i partiti'', fondato sulle tre emergenze da aggredire: quella morale, quella economica e quella della lotta alla criminalita'. (Segue)

(Ruf/PE/ADNKRONOS)