CASO GELA: GALLONI - IL CSM RISCHIA LA PARALISI
CASO GELA: GALLONI - IL CSM RISCHIA LA PARALISI

ROMA, 4 LUG. -(ADNKRONOS)- COSI' ''IL CSM NON PUO' FUNZIONARE''. LO HA DICHIARATO IL VICEPRESIDENTE DEL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA, RIFERENDOSI ALLA PARALISI CHE POTREBBE ESSERE PROCURATA AL PALAZZO DEI MARESCIALLI DALLE CARENZE DI ORGANICO DEI ''MAGISTRATI SEGRETARI'' IMPEGNATI ALL'INTERNO DEL CSM. GALLONI SI RIFERISCE ANCHE ALLA RAPIDITA' CON CUI VENGONO SVOLTE LE INDAGINI DEL CONSIGLIO SUI MAGISTRATI E SUGLI UFFICI GIUDIZIARI, QUANDO SI TROVANO IN SITUAZIONI COME QUELLE DI GELA.

''LE PROCEDURE, DI TRASFERIMENTO SONO MOLTO DELICATE'', SPIEGA GALLONI PARLANDO DEL CASO GELA ALL'ADNKRONOS, ''E VANNO OFFERTE AI MAGISTRATI INDAGATI TUTTE LE GARANZIE NECASSARIE ALLA DIFESA. PER QUESTO SI DEVE PROCEDERE CON LE DOVUTE CAUTELE, MA NON VI E' DUBBIO CHE QUANDO NASCONO PROBLEMI DIFFICILI COME QUELLO DI GELA S'IMPONE UN'ACCELERAZIONE AL MASSIMO PER ARRIVARE ALL'ARCHIVIAZIONE O ALLA PARTENZA DELLA PROCEDURA''. ''NON SI POSSONO LASCIARE ZONE COSI' ESPOSTE'', AGGIUNGE IL VICEPRESIDENTE DEL CSM, ''IN SITUAZIONI DIFFICILI''.

''POTREMO TENTARE DI ACCELERARE IL LAVORO DELLA COMMISSIONE'' AGGIUNGE GALLONI CHE STA PREPARANDO UN FASCICOLO DA AGGIUNGERE A QUELLI GIA' IN POSSESSO DEI CONSIGLIERI, PROPRIO PER DARE ALTRO IMPULSO AL LAVORO DELLA COMMISSIONE, ''TENENDO CONTO CHE DEVE ESSERVI UNA SOLUZIONE URGENTE PER EVITARE LA DELEGITTIMAZIONE DEL MAGISTRATO DI CUI SI PARLA SUI QUOTIDIANI DI OGGI''. GALLONI PERO' SEMBRA VOLER POLEMIZZARE CON I CARABINIERI CHE HANNO RESO NOTO IL RAPPORTO, SOTTOLINEANDO COME: ''LA COSA GRAVE E' CHE LA COMMISSIONE NON PUO' PIU' LAVORARE CON LA RISERVATEZZA NECESSARIA''. (SEGUE)

(AND/ZN/ADNKRONOS)