CRIMINALITA': MARTELLI - FALCONE SIMBOLO UNITA' NAZIONALE
CRIMINALITA': MARTELLI - FALCONE SIMBOLO UNITA' NAZIONALE

ROMA, 4 LUG. (ADNKRONOS) - Giovanni Falcone puo' diventare il simbolo di una nazione che lotta unita contro la mafia, anche se l'impegno civile da solo non produce risultati: occorre un'azione ''piu' penetrante dello Stato attraverso nuove leggi o riforme penali''. E' quanto sostiene il Ministro di Grazia e Giustizia, Claudio Martelli, in un'intervista pubblicata dal settimanale ''Panorama'' in edicola lunedi' prossimo. Il Guardasigilli affronta anche i temi legati al rinnovamento dei partiti e della vita politica in generale e parla anche di tematiche relative alla formazione del nuovo governo, in particolare della regola dell'incompatibilita' fra incarichi ministeriali e parlamentari introdotta dalla Dc.

Per Martelli la lotta al crimine e il rinnovamento della politica sono questioni strettamente legate: ''debellare il crimine -sostiene l'esponente socialista- e' un eccezionale antidoto anche contro la disaffezione per la politica''. E la battaglia alla criminalita' organizzata va combattuta ''attraverso la specializzazione, il coordinamento, la professionalita' delle forze dell'ordine e della magistratura inquirente, per arrivare alla fine delle contraddizioni e dei veleni giudiziari''. Argomenti cari anche a Giovanni Falcone, che Martelli ricorda come ''un esempio di siciliano onesto, coraggioso, professionale, rispettato in tutto il mondo'', la morte del quale puo' essere ''un seme di ripresa dell'unita' nazionale''. (segue)

(Red/as/adnkronos)