G7: LA STORIA (15)
G7: LA STORIA (15)

(adnkronos) -

PARIGI (15-16-17-LUGLIO 1989)

Se molti degli altri vertici sono stati considerati interlocutori, quello di Parigi - il terzo in Francia nella storia del G7 - batte di sicuro tutti i record. Il clima e' festoso, quello delle celebrazioni per il bicentenario della rivoluzione francese, ed e' un'atmosfera molto festaiola a dominare anche i lavori dei capi di stato e di governo dei paesi industrializzati.

Ancora una volta il comunicato finale si rifa' ad un'analisi a volo d'uccello dell'evoluzione macroeconomica degli ultimi quindici anni, ribadisce il concetto di un lavoro concertato dei sette sul fronte valutario e dei tassi di interesse, citando i successi di questa politica. Ma per quanto riguarda il commercio internazionale e in particolare la difficilissima situazione dei negoziati dell'Uruguay round, a tutt'oggi nodo principale dell'economia mondiale, non ci sono novita' al di la' delle generiche dichiarazioni di buona volonta' e degli auspici di soluzione dei problemi, in particolare quello dei sussidi per l'agricoltura che divide Stati Uniti e Cee. (segue)

(cab/as/adnkronos)