G7: LA STORIA (3)
G7: LA STORIA (3)

(adnkronos) -

LONDRA (7-8 MAGGIO 1977)

In un clima di crescente preoccupazione per l'econommia mondiale si tiene a Londra una nuova riunione dei paesi piu' industrializzati. I volti nuovi sono questa volta quello del neopresidente degli Stati Uniti Jimmy Carter, del giapponese Fukuda e di Giulio Andreotti. Ma la nota piu' importante e' senz'altro quella della presenza della Cee come tale, rappresentata nella circostanza dal presidente della Commissione, Roy Jenkins (in sostituzione di Ortoli).

Le nazioni partecipanti a questo summit approvano la decisione del comitato interinale del FMI Aprile 77) di creare risorse supplementari per quei paesi in difficolta' con la bilancia dei pagamenti. In materia commerciale, viste le difficolta' a chiudere il ''Tokio round'', entro i termini previsti nelle due riunioni precedenti, il vertice si limita a parlare di concreti progressi in alcuni settori prioritari.

I sette si accordano anche su un nuovo piano di finanziamenti a favore dei PVS, relativo in particolare al quinto rifinanziamento dell'IDA. Viene esaminata la possibilita' di finanziare in seno all'UNCTAD la costituzione di un fondo comune per le materie prime. (segue)

(red/as/adnkronos)