G7: SOLO (3) - AL VERTICE LAVORANO DI NOTTE
G7: SOLO (3) - AL VERTICE LAVORANO DI NOTTE

(adnkronos) - Cosi', pian piano, si avvicinano le nazioni e gli sherpa finiscono per diventare amici, perche' oltre ai continui incontri si scambiano ciascuno dalle tre alle quattro telefonate la giorno per sgomberare il campo di un ostacolo, ritoccare un punto, far posto all'obiezione di un presidente o di un primo ministro. sono loro - ammettono volentieri ma non pubblicamente gli stessi leader - a fare il 95 per cento del vertice.

Grazie al lavoro di preparazione, il documento finale del vertice e' composto all'80 per cento nel momento in cui i capi di stato e di governo posano per la rituale fotografia di gruppo all'inaugurazione del summit. I primi ritocchi decisivi, i tasselli mancanti per riempire il venti per cento restante prima della dichiarazione finale, gli sherpa li fanno sempre dopo cena. All'uscita della prima cena formale, durante la quale si discutono i primi grandi temi politici e ognuno dei leader prende la parola a turno secondo la disposizione intorno alla tavola. I rappresentanti personali, che cenano poco distante, sono gia' pronti a passare dieci minuti con i loro rispettivi ''boss'' e in quei dieci minuti dopo cena avranno le indicazioni di massima. Mentre i leader vanno a dormire, loro si siedono intorno a un tavolo per cominciare a limare la parte del documento sui temi discussi a cena e varare cosi' la dichiarazione finale del vertice.

(cab/as/adnkronos)