GIORNALI: COME CAMBIANO D'ESTATE - MIELI
GIORNALI: COME CAMBIANO D'ESTATE - MIELI

Roma, 4 lug. (adnkronos) - L'estate nei quotidiani: storie di flirt sotto gli ombrelloni, ma anche di grandi ''gialli'', di guerre e colpi di stato. Sotto il solleone le redazioni dei giornali continuano a pulsare. le rotative non si fermano, tuttavia con il cambio di stagione cambia anche il prodotto. Naturalmente secondo scelte editoriali che tengono conto delle abitudini della gente e di alcune tematiche che, in base all'esperienza passata, sembrano essere diventate delle costanti della stagione estiva.

''Durante l'estate -spiega all'adnkronos il direttore de 'La Stampa', Paolo Mieli- DIAMO piu' spazio agli eventi internazionali e ai fatti di cronaca. Una scelta concepita guardando agli avvenimenti che hanno caratterizzato le estati passate: basti pensare all'invasione del Kuwait di due anni fa, al golpe di Mosca lo scorso anno, ai delitti dell'Olgiata e di via Poma''.

''Inoltre -conclude Mieli- a partire da domani e per i prossimi due mesi, ogni giorno apriremo l'inserto ''Societa' e cultura'' con una lunga intervista ad un personaggio dell'arte, della cultura, del mondo dello spettacolo. Un'iniziativa nata lo scorso anno per approfondire questioni di attualita', considerando che durante l'estate la gente dispone di piu' tempo per leggere''. (segue)

(Sam/ZN/ADNKRONOS)