MARE: NON ESISTE UN PERICOLO ''ALGA ASSASSINA''
MARE: NON ESISTE UN PERICOLO ''ALGA ASSASSINA''

Genova, 4 lug. - (adnkronos) - Molto probabilmente l'allarme sollevato da parte del mondo scientifico per la temuta ''caulerpa taxfolia'', soprannominata Alga Assassina perche' conterrebbe sostanze tossiche, e' infondato. Questo e' il dato piu' rilevante del convegno ''mediterraneo e Caraibi: due mari in pericolo?'', promosso dall'''istituto centrale per la ricerca scientifica e tecnologica applicata al mare'' (icram), in collaborazione con l'analogo istituto francese ''Ifremer''.

Il convegno, in corso di svolgimento a Genova nell'ambito dell''expo' 92'' dedicata a cristoforo Colombo, mette a confronto le esperienze internazionali di ricerca sugli sversamenti accidentali di idrocarburi e sulle emergenze causate dalle alghe fatte nei due mari.

Leonardo Tunesi, il ricercatore dell'icram che si occupa da anni del genere ''Caulerpa'', ha anticipato all'adnkronos i risultati dello studio sulla specie ''taxi folia'' che sembra terrorizzare gli scienziati francesi.

''E' un terrore ingiustificato, a mio modo di vedere - dice Tunesi - noi stiamo studiando la zona dove la caulerpa e' comparsa e cerchiamo di capire qual e' il suo habitat ideale. In Italia c'e' solo una zona dove si e' certificata la crescita dell'alga, all'interno del porto di Imperia. Su uno strato di fango di 50 metri per 100 circa dove prima non esistevano altre formazioni algali adesso c'e' un esiguo tappeto di caulerpa le cui foglie hanno una altezza compresa fra i 2 e gli 11 centimetri''. (segue)

(pab/as/adnkronos)