TUNISIA: CINGHIALI ALL'ASSALTO DEI PALMETI
TUNISIA: CINGHIALI ALL'ASSALTO DEI PALMETI

ROMA 4 LUG. - (ADNKRONOS) - La lotta alla desertificazione nel Sud tunisino ha avuto un imprevedibile quanto dannoso effetto: la proliferazione selvaggia di branchi di cinghiali. Un programma decennale di tamponamento all'avanzata del deserto era riuscito a rivegetare un'area vastissima, ora regolarmente irrigata e coltivata a palme e ricca di canneti. La creazione della nuova area verde ha attirato i cinghiali, prima di allora presenti esclusivamente nelle zone boschive del Nord e del centro Ovest, che in massa hanno effettuato una vera e propria emigrazione.

La presenza di canneti, impenetrabili all'uomo e particolarmente graditi ai cinghiali, ha creato una base ideale per gli animali, che si sono dedicati alla razzia delle coltivazioni. Tutti i metodi escogitati dagli agricoltori per proteggere i campi sono falliti: i cinghiali distruggono le trappole ed evitano le coltivazioni avvelenate, ma soprattutto non possono essere cacciati perche la legge islamica non permette di mangiare la carne di maiale.

(ATA/ZN/ADNKRONOS)