MANOVRA: LA MALFA - NON E' UNA BUONA PREMESSA
MANOVRA: LA MALFA - NON E' UNA BUONA PREMESSA

Roma, 11 Lug. - (Adnkronos) - Il segretario nazionale del Pri, on. Giorgio La Malfa, commenta in una dichiarazione la manovra economica varata dal governo. ''Alla valutazione dei provvedimenti va premessa un'osservazione politica. Il governo ha dovuto smontare alcune delle misure che aveva in mente, ad altre ha dovuto rinunciare del tutto. Il lungo travaglio delle ore che hanno preceduto le decisioni conferma, come era stato detto dai repubblicani nel dibattito sulla fiducia, che all'atto della formazione del governo il presidente del Consiglio non si era assicurato l'intesa dei suoi partners sugli interventi da porre in essere, sulla loro consistenza finanziaria e sui ceti che devono essere coinvolti nello sforzo di risanamento.

''L'assenza di un'intesa politica di questo tipo -prosegue la dichiarazione di La Malfa- risulta evidente dal carattere dei provvedimenti che sono stati assunti, e non potra' che pesare negativamente, temiamo, nel prosieguo dell'azione di governo. Si conferma cosi' una debolezza del quadro politico che era stata evidenziata alla nascita del governo, e che e' alla base della decisione repubblicana di non partecipare a questa coalizione.

''Resta ferma la nostra disponibilita' a sostenere i singoli provvedimenti positivi, secondo un giudizio che noi daremo non appena saranno disponibili gli strumenti legislativi che il governo ha approvato ieri. Ma, prima ancora di un esame analitico delle diverse misure, va osservato che il complesso degli effetti che ne deriveranno fa restare molto lontano l'obiettivo di riportare il deficit del 92 ad una cifra anche solo prossima a quanto stabilito nella legge finanziaria. Non e' una buona premessa -conclude La Malfa- per i provvedimenti strutturali il cui esame va naturalmente rinviato al momento in cui verranno rese note le leggi delega''.

(Com/Pat/Adnkronos)