MANOVRA: NEL DECRETO, UN ARTICOLO SULLE MENSE AZIENDALI
MANOVRA: NEL DECRETO, UN ARTICOLO SULLE MENSE AZIENDALI

roma, 11 lug. -(adnkronos)- la manovra economica varata ieri dal consiglio dei ministri prende in considerazione anche la vicenda delle mense aziendali. l'art. 6 del decreto, con i commi da 3 a 7, ''disciplina la materia della computabilita' del servizio mensa agli effetti retributivi '', riconoscendone la natura esclusiva di servizio.

''il valore del servizio mensa, comunque gestito e erogato - recita il testo - e l'importo della prestazione pecuniaria sostitutiva di esso, percepita da chi non usufruisce del servizio istituito dall'azienda, non fanno parte delle retribuzione a nessun effetto attinente a istituti legali e contrattuali del rapporto di lavoro subordinato. sono fatte salve, a far data dalla loro decorrenza, le disposizioni degli accordi e dei contratti collettivi, anche aziendali, e anche se stipulati anteriormente alla data di entrata in vigore della presente legge, che prevedono limiti e valori convenzionali del servizio mensa e dell'importo della prestazione sostitutiva di esso, percepita da chi non usufruisce del servizio istituito, a qualunque effetto attinente a istituti legali e contrattuali del rapporto di lavoro''.

restano in ogni caso ferme ''le norme relative all'inserimento del valore del servizio mensa nella base imponibile per il computo dei contributi di previdenza e assistenza sociale'', cosi' come restano immutate, per la prestazione pecuniaria sostitutiva del servizio di mensa, ''le disposizioni dell'art. 48 delle testo unico sulle imposte sui redditi''. in modifica dell'art. 11 della legge 300 del 1970 (lo statuto dei lavoratori) il testo del decreto prevede inoltre l'inserimento del seguente comma: ''le rappresentanze sindacali aziendali, costituite a norma dell'art. 19, hanno il diritto di controllare la qualita' del servizio di mensa secondo modalita' stabilite dalla contrattazione collettiva''.

(red/pan/adnkronos)