MANOVRA: SACCONI (PSI)
MANOVRA: SACCONI (PSI)

ROMA, 11 LUG. -(ADNKRONOS)- IL SOTTOSEGRETARIO AL TESORO, MAURIZIO SACCONI, DIFENDE LA MANOVRA: ''E' GIUSTA -HA DICHIARATO IN UNA INTERVISTA AL ''GAZZETTINO DI VENEZIA''- PERCHE' OPERA CON LA PIU' EQUA DISTRIBUZIONE POSSIBILE DEI SACRIFICI FISCALI ED IL MASSIMO RICORSO AI RISPARMI DI SPESA''. SACCONI AGGIUNGE CHE ''PREMESSO CHE SAREBBE MEGLIO NON IMPORRE TASSE, LA SITUAZIONE ECONOMICA DEL PAESE E' GRAVISSIMA''.

SECONDO IL SOTTOSEGRETARIO, IL CONTRIBUTO DI RIDUZIONE DI SPESE ALLA MANOVRA VA LETTO COMBINANDO LE MISURE DEL DECRETO CON LE GRANDI LEGGI DELEGA SULLE PENSIONI, IL PUBBLICO IMPIEGO, LA SANITA' E LA FINANZA LOCALE. ''UN VERO E CREDIBILE RISPARMIO DELLE SPESE -HA OSSERVATO- NON SI REALIZZA IN SEI MESI, MA ALMENO IN DUE ANNI''.

QUANTO ALLE FINALITA', SACCONI PRECISA CHE IL MOTIVO DI FONDO, CHE PERVADE TUTTI I PROVVEDIMENTI, E' ''L'ETICA DELLA RESPONSABILITA', CHE RIGUARDERA', D'ORA IN POI, REGIONI ED ENTI LOCALI, DIRIGENZA DELLO STATO, SANITA', INPS. UNA RESPONSABILIZZAZIONE -PROSEGUE SACCONI- CHE CONSENTIRA' PERSINO DI AFFIDARE A SOCIETA' PRIVATE DI CERTIFICAZIONE I RISULTATI DELLA GESTIONE DI UFFICI PUBBLICI, CON LA POSSIBILITA' DI RIMUOVERE I DIRIGENTI INADEMPIENTI. LA MANOVRA, PERO', DA' UNA FORTE CONFERMA DELLO STATO SOCIALE. NON SI SMANTELLANO GARANZIE, MA SI SALVANO DAL DISASTRO SERVIZI ED ISTITUTI, COME LE PENSIONI E LA SANITA'''.

(COM/PAN/ADNKRONOS)