PRIVATIZZAZIONI: VERTICE MINISTRI ECONOMICI
PRIVATIZZAZIONI: VERTICE MINISTRI ECONOMICI

roma, 11 lug. -(adnkronos)- Dopo il varo della manovra da 30 mila miliardi per il rientro dal deficit pubblico, per il governo quella di oggi e' stata un'altra giornata di lavoro sul fronte privatizzazioni e per la stesura del ''decretone''. In mattinata infatti, si e' svolta a Palazzo Chigi, una lunga riunione, cominciata alle 9,30 e terminata alla 14, tra il presidente del consiglio, Giuliano Amato, e i ministri del tesoro, Piero Barucci, del bilancio, Franco Reviglio e dell'industria e partecipazioni statali Giuseppe Guarino.

Massimo e' stato il riserbo dei rappresentanti dell'esecutivo sui temi dei quali hanno discusso. Ma -a quanto si e' appreso- mentre una task force di tecnici era impegnata nella stesura del decretone della manovra, e' stata l'elaborazione del documento sulla privatizzazione degli enti pubblici a costituire il principale impegno del governo. Ieri, infatti, al termine della riunione del consiglio dei ministri, erano state annunciate soltanto le linee generali del provvedimento. Questo prevede la costituzione di due societa' per azioni, facenti capo al tesoro, che assumeranno la proprieta' degli enti finanziari pubblici per procedere poi alla loro privatizzazione.

E oggi il governo si e' messo al lavoro per definire le procedure e il meccanismo dell'operazione, che dovrebbe essere pronta la prossima settimana. La definizione di questo provvedimento potrebbe anche far luce su quello che e' il destino dell'efim, visto che, ad esso, come ieri sera ha affermato il ministro dell'agricoltura, Gianni Fontana, e' strettamente collegato il caso del gruppo presieduto da Gaetano Mancini.

(mcc/pan/adnkronos)