ALGERIA: UN ALTRO VENERDI' DI SANGUE (NUOVO)
ALGERIA: UN ALTRO VENERDI' DI SANGUE (NUOVO)

Algeri, 25 lug. -(adnkronos/dpa)- I disordini e gli scontri che hanno avuto luogo ieri in Algeria - con un bilancio di quattro morti, tre secondo altre fonti e decine di feriti - hanno portato all'arresto di 263 sostenitori del FIS, Il Fronte di Salvezza Islamico.

Nella sola citta' di Berrouaghia, 70 chilometri a sud di Algeri, la polizia ha arrestato 230 persone dopo essersi servita di idranti per disperdere la folla, ''che urlava slogan anti-governativi e inneggiava al FIS''. Tre le vittime degli scontri.

Un'analoga dimostrazione, iniziata dopo la consueta preghiera del venerdi', e' stata dispersa a Djelfa, 70 chilometri circa a sud della capitale, e si e' conclusa con l'arresto di 33 persone, tra cui tre donne. La polizia ha accusato il FIS di usare donne e bambini come ''scudi umani'' durante le manifestazioni. proteste conclusesi con una serie di retate e arresti sono state segnalate anche nella cittadina nordorientale di Batna.

(cin/pan/adnkronos)