BOSNIA: GORADZE ALLO STREMO
BOSNIA: GORADZE ALLO STREMO

Belgrado, Zagabria, 25 lug. (adnkronos/dpa)- L'artiglieria serba ha continuato oggi a bombardare la citta' di Goradze, sotto assedio da ormai quasi tre mesi. Secondo la televisione croata, i miliziani serbi puntano sulla completa interruzione dei rifornimenti di acqua per vincere definitivamente la resistenza della citta'.

A nulla e' valso intanto il tentativo delle Nazioni Unite di far giungere generi alimentari di base e medicinali alla popolazione assediata: i convogli sono stati costretti a fare marcia indietro, uno per essere stato bloccato in un campo minato a dieci chilometri da Goradze, l'altro perche' fermato dai miliziani serbi ad appena undici chilometri dalla citta'.

Tranquilla invece la situazione a Sarajevo, dove sono stati segnalati solo sporadici attacchi dell'artiglieria serba. Scontri hanno avuto luogo a Foca, con un bilancio - secondo il comando serbo - di sei morti, cinque musulmani ed un miliziano serbo. Nella parte settentrionale della repubblica, forze musulmane e croate avrebbero respinto, secondo quanto ha affermato la radio croata, un attacco sferrato dai serbi sulla linea del fronte tra Derventa e Bosanski Brod. L'autoproclamato parlamento serbo della repubblica bosniaca si e' riunito oggi in un quartiere di Sarajevo controllato dai serbi per delineare i confini della ''repubblica serba della Bosnia Erzegovina''.

(cin/gs/adnkronos)