IRAQ: DUE VERTICI PER UNA NUOVA ''DESERT STORM''
IRAQ: DUE VERTICI PER UNA NUOVA ''DESERT STORM''

Washington, 25 lug. (adnkronos)- Due vertici cruciali potrebbero decidere gia' da oggi se ci sara' una nuova ''tempesta nel deserto''. Il primo, gia' iniziato questa mattina nella residenza presidenziale di Camp David, e' il ''consiglio di guerra'' che George Bush sta avendo con tutti i piu' stretti collaboratori. L'altro e' in programma per la tarda mattinata al palazzo di vetro dell'Onu tra l'ambasciatore iracheno Al Anbari ed il capo della Commissione Speciale dell'Onu (Unscom), il diplomatico svedese Rolf Ekeus.

A Camp David, con l'ausilio di mappe, cartine, dati e planimetrie, Bush sta discutendo con il vicepresidente Dan Quayle, il segretario alla difesa Dick Cheney, il capo degli stati maggiori riuniti Colin Powell, il consigliere per la sicurezza nazionale Brent Scowcroft ed il sottosegretario del Dipartimento di Stato Lawrence Eagleburger, la strategia di un nuovo attacco contro l'Iraq che ''convinca'' Saddam Hussein ad obbedire senza ripensamenti alle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza dell'Onu, ad iniziare dal permettere l'ispezione al ministero dell'agricoltura di Baghdad ancora tabu' per gli ispettori delle Nazioni Unite.

Per il vertice di Camp David Bush ha rinunciato ad andare nella residenza estiva di Kennenbunkport nel Maine, cosi' come ha rinviato tutte le apparizioni e gli impegni della sua campagna elettorale. ''Le riprendera' normalmente lunedi' con gli impegni in Michigan e Wisconsin'', ha detto ieri il portavoce della Casa Bianca Marlin Fitzwater. Ed e' logico ritenere che proprio l'impatto che una possibile offensiva contro l'Iraq potra' avere sulla corsa alla Casa Bianca sara' uno dei ''punti caldi'' discussi da Bush e dai suoi. (segue)

(Liv/gs/adnkronos)