GIUSTIZIA: SOSPESE AGITAZIONI (2)
GIUSTIZIA: SOSPESE AGITAZIONI (2)

(adnkronos) - ''Abbiamo deciso di revocare lo sciopero per la situazione drammatica che sta vivendo attualmente l'italia'', ha detto il presidente dell'unione camere penali italiane, vittorio chiusano, al termine della riunione della giunta dell'unione. ''il governo -ha spiegato chiusano- ha d'altra parte accettato alcune delle proposte da noi formulate contro il decreto legge e in particolare le nostre critiche al diritto alla prova che ha costituito la vera ragione della nostra protesta. ragione ritenuta talmente fondata che al nostro fianco si e' mosso il consiglio nazionale forense. e' vero che e' avvenuto un fatto col quale non possiamo essere d'accordo, cioe' l'istaurazione del cosiddetto doppio binario: il governo ha cioe' ritenuto di poter ritagliare questi restringimenti delle garanzie nel senso di far oggetto di essi solo particolari delitti, in particolare quelli di criminalita' mafiosa''.

''la legalita' costituzionale non puo' mai essere rinnegata -ha continuato l'avvocato- se pero' le garanzie costituzionali devono rimanere, non e' possibile immaginare un processo senza garanzie. rispetto a certi imputati e per certi fatti si dovrebbero pero' restringere le garanzie processuali. il fatto e' che i restringimenti all'epoca del terrorismo erano limitati ad un certo periodo di tempo. qui invece non si parla di scadenze. gli avvocati allora non possono non esprimere le loro preoccupazioni, anche perche' credo che si puo' tentare di far apparire come mafiosi delitti che non lo sono per niente, e in questo modo fruire dei restringimenti di garanzia che dovrebbero valere solo per certi reati''. (segue)

(red/pan/adnkronos)