GOVERNO: OCCHETTO - 'L'EQUIVOCO E' LA DC'
GOVERNO: OCCHETTO - 'L'EQUIVOCO E' LA DC'

ROMA, 25 LUG. - (ADNKRONOS) - IN UN LUNGO EDITORIALE CHE SARA' PUBBLICATO DOMANI SU ''L'UNITA''', IL SEGRETARIO DEL PDS ACHILLE OCCHETTO CONFERMA LA VOLONTA' DEL SUO PARTITO DI PORSI COME FORZA DI GOVERNO MA IN UN QUADRO POLITICO DEL TUTTO RINNOVATO RISPETTO A QUELLO ATTUALE. DOPO UN VOTO POPOLARE ESPRESSO CON UNA LEGGE ELETTORALE NUOVA, IN UN QUADRO CHE PREVEDA ''DUE SCHIERAMENTI OPPOSTI'' E CIOE' CON LA DC DA UNA PARTE E LE FORZE DELLA SINISTRA DALL'ALTRA.

''E' IN ATTO UNA SVOLTA NELLA STORIA DI QUESTO PAESE - AFFERMA IL SEGRETARIO DEL PARTITO DELLA QUERCIA- E' QUESTA SVOLTA SOLLECITA UN RIVOLUZIONAMENTO DELLE STRUTTURE E DEI FONDAMENTI STESSI DEL FARE POLITICA. NON SI TRATTA DI RIMETTERE IN CAMPO UNA POLITICA DELL'EMERGENZA. SIAMO DI FRONTE INVECE AD UNA ACCELERAZIONE FORTE DEI PROCESSI POLITICI. NON SI PUO' RIFORMARE IL SISTEMA POLITICO SENZA RIGENERARE I PARTITI E I PARTITI NON POSSONO VIVERE DENTRO IL VECCHIO REGIME''.

PER L'USCITA DAL VECCHIO REGIME OCCHETTO IMMAGINA NUOVI SCENARI ''FRUTTO DI SCOMPOSIZIONE E RIAGGREGAZIONI A NUOVI LIVELLI DELLE ALLEANZE CHE VADANO OLTRE L'ATTUALE CONFIGURAZIONE DELLA SINISTRA A NUOVI LIVELLI DI CONSAPEVOLEZZA POLITICA E PROGRAMMATICA''. (SEGUE)

(POL/ZN/ADNKRONOS)