MAFIA: 7 MILA (3) - MANCINO
MAFIA: 7 MILA (3) - MANCINO

(Adnkronos) - Dopo aver sottolineato l'''apporto consistente'' delle forze armate nella lotta alla criminalita' organizzata, il ministro dell'interno Nicola Mancino ha negato che con la decisione del governo si sia dato il via ad un processo di militarizzaizone dell'isola. ''Si tratta semmai - ha detto - di canalizzare una consistente parte delle forze militari in direzione della strategia di prevenzione e di offesa nei confronti della criminalita' organizzata. Avevamo bisogno di dare un ulteriore segnale di presenza da parte dello stato, non c'e' alcuno stravolgimento dal punto di vista ordinamentale, si tratta di un'azione di cooperazione. I militari acquisiscono la qualifica di agenti di pubblica sicurezza ma per compiti ulteriori vi e' anche una qualifica di agenti di polizia giudiziaria''.

''Questa convocazione in via straordinaria del consiglio dei ministri - ha aggiunto il ministro dell'interno - e' una risposta e corrisponde allo stato di tensione che esiste in una regione esposta del territorio nazionale. In un articolo del decreto c'e' anche la possibilita' che il consiglio dei ministri, sentito il parere delle competenti commissioni parlamentari, possa guardare ad altre regioni a rischio. C'e quindi un mutamento d'indirizzo''. (segue)

(Mac/Pan/adnkronos)