MAFIA: GAVA - ''E' PEGGIO DEL TERRORISMO''
MAFIA: GAVA - ''E' PEGGIO DEL TERRORISMO''

Roma, 25 lug. - (adnkronos) - ''Si afferma spesso che stiamo attraversando un periodo che assomiglia molto ai tempi del terrorismo. A me sembra -scrive il presidente dei senatori Dc Antonio Gava in un articolo che sara' pubblicato su 'Il mattino' di domani- un momento peggiore. Le brigate rosse non avevano la potenza di fuoco e di denaro di cosa nostra. Erano animate da ideali, aberranti si' ma pur sempre ideali. Cosa nostra ha sete, invece, solo di dominio e di denaro. Non conosce confini alle sue iniziative: la strategia di guerra e' volta solo al successo, costi quel che costi''.

Per Antonio Gava questa ''gravissima prova per lo stato'' cade in un momento di ''confusione, smarrimento, depressione dell'opinione pubblica che la fa radicalmente diversa da quella di allora, ferma e compatta attorno al governo e alle forze dell'ordine. Come ha giustamente affermato il professor Pino Arlacchi -scrive ancora Gava- la forza dello stato e' enormemente maggiore di quella di cosa nostra''. E per questo ''lo stato puo' e deve riuscire a vincere il cancro mafioso. Occorre chiamare a raccolta tutte le forze sane che sono in grado di fornire un contributo di volonta' e di determinazione in questo momento che segna il passaggio delicato e forse decisivo per il nostro Paese''. (SEGUE)

(RED/PAN/ADNKRONOS)