MAFIA: IL TESTO DEL DECRETO (2)
MAFIA: IL TESTO DEL DECRETO (2)

(ADNKRONOS) - Nel corso delle operazioni di cui al comma primo i militari delle forze armate agiscono con le funzioni di agenti di p.s. essi possono procedere alla identificazione e alla immediata perquisizione sul posto di persone e mezzi di trasporto a norma dell'articolo 4 della legge 22 maggio 1975 n. 152, anche al fine di prevenire o impedire comportamenti che possono mettere in pericolo l'incolumita' di persone o la sicurezza dei luoghi o delle infrastrutture vigilate. Ai fini di identificazione o per completare gli accertamenti o per altri gravi motivi il personale impiegato nelle operazioni di cui al comma uno accompagna le persone indicate al comma due presso i piu' vicini uffici o comandi della polizia di stato dell'arma dei carabinieri, consegnando le armi, gli esplosivi e gli altri oggetti eventualmente rinvenuti. Nei confronti delle persone accompagnate si applicano le disposizioni dell'articolo 349 del CPP.

In conformita' a quanto previsto dalle disposizioni di cui all'articolo 352 del CPP, delle operazioni di perquisizione e' data notizia, senza ritardo e comunque entro 48 ore, al procuratore della repubblica presso il tribunale del luogo in cui le operazioni sono effettuate, il quale, se ne ricorrono i presupposti le convalida entro le successive 48 ore. (segue)

(red/pan/adnkronos)