MAFIA: IL TESTO DEL DECRETO (3)
MAFIA: IL TESTO DEL DECRETO (3)

(ADNKRONOS) - L'articolo due regolamenta invece la durata della disciplina e stabilisce la possibilita' di una sua estensione laddove se ne ravvisi l'esigenza, ad altre province del territorio nazionale. ''Il personale di cui al comma primo e' posto a disposizione dei prefetti interessati fino al 31 dicembre 1992. Il consiglio dei Ministri puo' prorogare tale termine per un periodo non superiore a 6 mesi, ulteriormente prorogabile una sola volta.

Il consiglio dei ministri, sentite le competenti commissioni parlamentari, con propria deliberazione puo' autorizzare i prefetti di altre province ad avvalersi delle disposizioni di cui all'articolo 1''.

L'articolo 3 corrisponde ai militari delle forze armate impiegati in Sicilia una indennita' onnicomprensiva nella quale e' inclusa la speciale indennita' di ordine pubblico e ne prevede la copertura di spesa. ''Agli ufficiali, sottoufficiali e militari di truppa delle forze armate compresi nei contingenti di cui all'articolo 1 e' attribuita una indennita' onnicomprensiva determinata con decreto del ministro del tesoro, di concerto con i ministri dell'interno e della difesa, nei limiti previsti al comma due. All'onere derivante dall'applicazione del presente decreto, valutato in 80 miliardi di lire per l'anno 1992 ed in 160 miliardi di lire per l'anno 1993, si prevede con corrispondente quota delle maggiori entrate recate dal decreto legge 11 luglio 1992 n. 333, concernente misure urgenti per il risanamento della finanza pubblica.

Il ministro del tesoro e' autorizzato ad apportare con propri decreti le occorrenti variazioni di bilancio''. (segue)

(red/pan/adnkronos)