MAFIA: SALVO ANDO' (2)
MAFIA: SALVO ANDO' (2)

(adnkronos) - Bisogna fare subito tutto cio' che e' possibile per ''controllare il territorio, per riconquistarlo allo Stato, in primo luogo comprimendo, limitando, la liberta' di moviemnto dei criminali e dei loro traffici. Non vi sono gelosie di mestiere o di corpo che tengano -ha aggiunto Ando'- quando si tratta di difendere l'autorita' dello Stato, in una parte cosi' estesa del suo territorio.

''Si tratta di reagire con forza a chi vuole abbattere il primato della legge sostituendolo con quello della violeza, alimentando il terrore tra la gente, uccidendo i servitori dello stato piu' esposti nella lotta contro il crimine''.

''Una divisione di compiti -prosegue l'articolo- tra chi puo', e sa, pattugliare i quartieri piu' a rischio (l'Esercito) e chi e' bene che si dedichi invece alle piu' incisive attivita' di contrasto del crimine, e' la prima condizione perche' lo Stato sia piu' presente, meglio presente in Sicilia. Occorre dare piu' sicurezza ai cittadini, e occorre anche far ''respirare'' le istituzioni pubbliche, schiacciate oggi sotto il peso di emergenze talvolta insostenibili''. (segue)

(com/gs/adnkronos)