MAFIA: SALVO ANDO' SULL'AVANTI
MAFIA: SALVO ANDO' SULL'AVANTI

Roma, 25 lug. (adnkronos) - ''L'invio dell'Esercito in Sicilia -si legge in un articolo del ministro della difesa Salvo Ando' pubblicata domani dall'''Avanti''- perche' collabori con le forze dell'ordine nell'attivita' di controllo del territorio, costituisce una scelta doverosa nel momento in cui in Sicilia l'attivita' eversiva della mafia rischia di mettere in ginocchio lo Stato, di creare nel Paese sentimenti di confusione e di sfiducia, cosi' profondi e diffusi da lacerare irreversibilmente lo stesso patto democratico che lega insieme popolo e poteri pubblici''.

''I reparti dell'Esercito in Sicilia -prosegue il ministro- opereranno sulla base delle indicazioni fornite dalel autorita' a cui compete il mantenimento dell'ordine pubblico nelle diverse provincie. Saranno queste ad individuare le esigenze da fronteggiare, a quantificare la forza militare che dovra' essere impiegata nel territorio. Si tratta di un ricorso alle Forse Armate che non lascia adito a dubbi sugli scopi di questa mobilitazione, che no pone problemi di compatibilita' con le leggi dello Stato. Anzi. Di fronte alle tensioni esplose a Palermo in questi giorni, all'angoscia e alla rabbia manifestate dal popolo siciliano dopo gli ultimi attentati in cui sono morti Falcone, Borsellino e i ragazzi delle scorte, il dovere di tutti oggi e' quello di non perdere la testa, di evitare azioni solo dimostrative, di evitare soprattutto di dover scegliere tra l'inerzia e la confusione''. (segue)

(com/gs/adnkronos)