ALGA ASSASSINA: C'E', MA NASCOSTA (3)
ALGA ASSASSINA: C'E', MA NASCOSTA (3)

(ADNKRONOS) - Sono state segnalate presenze di Alexandrium, la specie ritenuta potenzialmente mortale, anche lungo le coste della Corsica. Non si e' mai arrivati, comunque, a casi di intossicazioni gravi come quelle che si verificarono in Canada nel 1988, quando un'altra microalga appartenente allo stesso genere delle diatomee, la Nitzschia pungens, provoco' la morte di una decina di persone.

Questi precedenti, insieme alla circostanza che le coste della Bretagna e della Charente producono la quasi totalita' delle specie di mitili commercializzati in Francia, con forti esportazioni, hanno convinto i francesi a predisporre il programma di ricerca sulle tre microalghe insieme ad un sistema di monitoraggio ed allarme, operativo ventiquattro ore al giorno.

Le ricerche nelle acque atlantiche francesi -PROSEGUE ''TERRITORIO E AMBIENTE''- sono iniziate nel 1989 e da allora sono state organizzate tre campagne, ognuna con una strategia di campionamento diversa per ottenere un'immagine precisa quanto possibile del fenomeno delle efflorescenze algali. Nel 1991 e' stato fatto un tentativo di valutazione della tossicita' in situ delle Dinophysis, con l'utilizzo di un contatore di particelle laser per stabilire l'esatta densita' delle diatomee e test condotti su gruppi di cozze immerse a diverse profondita'. (SEGUE)

(ATA/ZN/ADNKRONOS)