BOSNIA: GORAZDE SEMPRE SOTTO BOMBARDAMENTO
BOSNIA: GORAZDE SEMPRE SOTTO BOMBARDAMENTO

Capodistria, 27 lug. (adnkronos) - Sempre drammatiche le notizie provenienti dalla Bosnia Erzegovina. Le artiglierie serbe continuano a martellare le principali citta' e particolarmente colpita e' sempre Gorazde dove 70mila abitanti e 30mila profughi sono ormai anche senz'acqua dopo che i serbi hanno distrutto il locale acquedotto. Nel contempo prosegue il dramma dei 360 profughi, soprattutto donne, bloccati al confine tra Croazia e Slovenia. Quest'ultima non li ha lasciati entrare in quanto non hanno i visti di transito per Austria e Germania e quello di ingresso per l'Olanda dove dovrebbero venire accolti da un'organizzazione umanitaria musulmana.

Intanto, a Londra, lord Carrington tenta di portare nuovamente al tavolo negoziale i rappresentanti delle tre etnie. La possibilita' di un accordo pare comunque lontana: il presidente bosniaco Izetbegovic ha infatti detto che i suoi rappresentanti alla conferenza internazionale non tratteranno con i serbi dopo che le nazioni unite sono state costrette ieri a rinunciare a portare aiuto alla citta' bosniaca di Gorazde, assediata da ormai tre mesi dai serbi.

Giunge stamane a Zagabria il presidente argentino Carlos Menem. Visitera' il contingente di soldati argentini dell'unprofor stazionati in Slavonia. Menem trascorrera' con i militari 48 ore. La visita potrebbe diventare parte di una sorta di controllo internazionale sulle accuse alla Croazia di mantenere rapporti tesi con i caschi blu.

(dac/as/adnkronos)