BOSNIA: MACKENZIE LASCIA UNA SITUAZIONE FUORI CONTROLLO (2)
BOSNIA: MACKENZIE LASCIA UNA SITUAZIONE FUORI CONTROLLO (2)

(adnkronos)- Ma questo non era mai stato nei piani, che prevedevano per le truppe di pace di stanza in Bosnia un compito di solo soccorso umanitario. E ora, sul contingente delle Nazioni Unite le due parti belligeranti fanno piovere accuse pesantissime, convinte del fatto che appoggino il nemico. Anche gli abitanti di Sarajevo, per la maggior parte musulmani, credono che MacKenzie stia dalla parte dei serbi: e si dicono delusi, perche' il generale ha portato cibo, ma non la pace.

''Avrei bisogno di un mandato di dieci anni - spiega il generale canadese - perche' tanto tempo potrebbe durare. E per chi ha il coraggio di chiedergli se questa missione in particolare si e' rivelata piu' difficile di quelle precedenti, in Nicaragua, nella striscia di Gaza - ha la risposta pronta: ''Prendi le mie otto precedenti missioni, le moltiplichi per dieci, e ti fai un'idea della Bosnia Erzegovina''.

Mentre la sua missione volge alla fine, MacKenzie e' costretto ad ammettere che la situazione a Sarajevo sfugge ad ogni controllo: ha visto persino le milizie serbe e musulmane colpire intenzionalmente i propri civili, per poi accusare il nemico. ''Allora sono andato a parlare con i rappresentanti delle due parti. Ho detto loro: ''Se la smettete di sparare contro voi stessi, forse un giorno avrete la pace da queste parti''. (segue)

(cin/gs/adnkronos)