FONDAMENTALISMO: IMBABA,''SANTUARIO'' DEL TERRORE (RIF.N.70)
FONDAMENTALISMO: IMBABA,''SANTUARIO'' DEL TERRORE (RIF.N.70)

Cairo, 27 lug -(adnkronos)- E' a Imbaba, alla estrema periferia di Cairo, in uno dei quartieri piu' poveri della capitale, che ha sede quella che e' considerata la piu' attiva delle centrali del fondamentalismo egiziano che si riconsce nella fazione nota col nome di ''Terrore islamico'' braccio armato della Tanzim al-Jihad, l'organizzazione creata agli inizi degli anni settanta da Abdelssalam Faraj. La stessa che ha rivendicato l'assassinio dello scrittore Farag Foda, ucciso lo scorso mese a colpi di arma da fuoco da un commando di quattro attivisti per aver invocato nei suoi scritti la separazione del potere secolare da quello religioso e aver parlato troppo ''sarcasticamente'' della fede musulmana. E che, come ricorda un analista del Guardian, ''autorizzo''' l'assassinio del presidente Anwar Sadat.

La struttura di ''Terrore Islamico'' ricalca quelle delle fazioni armate integraliste delle ''jama'aat islamiyya'' (letteralmente, associazioni islamiche), degli altri paesi del Maghreb, soprattutto Algeria e Marocco. Al Cairo, ha come punto di aggregazione la ''Moschea della Salvezza'', un vero e proprio ''sancta sanctorum'' della citta'''segreta'', piu' povera e inaccessibile, rimasta simile nell'architettura a quella descritta nei suoi racconti e romanzi dal nobel egiziano Naguib Mahfouwz (anche lui minacciato di morte negli anni ottanta da Rahman). Si serve di imam specializzati nell'arte della retorica per arringare i fedeli e sollecitarlie a far venire fuori il loro scontento sociale, ideologizzandolo attraverso le parole del Corano. E trasformando lo stato nel nemico dell'Islam da abbattere. (segue)

(iac/zn/adnkronos)