I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 2/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Palermo. Si e' svolto in prefettura un vertice per definire il piano di utilizzazione dei contingenti militari inviati sull'isola. La commissione interprovinciale per l'ordine e la sicurezza pubblica nella Sicilia occidentale - che interessa le province di Palermo, Trapani, Agrigento e Caltanissetta - e' stata coordinata dal prefetto Mario Jovine con il nuovo questore del capoluogo siciliano Matteo Cinque. Individuati i cosidetti 'obiettivi sensibili', vale a dire quelli a piu' alto rischio di attentato da parte della mafia. I militari saranno impiegati anche per pattugliare il territorio ed effettuare posti di blocco. Sul fronte delle indagini, nessun dubbio oramai sulla dinamica della strage: l'autobomba fu collocata in via D'Amelio la mattina dello stesso giorno, dopo che gli attentatori ebbero intercettato la telefonata con la quale il giudice Paolo Borsellino informava la madre e la sorella della sua visita per il pomeriggio. Intanto, dopo il leader della Rete Leoluca Orlando, anche al deputato repubblicano Giuseppe Ayala, ex-magistrato, e' stato consigliato di non recarsi in questo periodo in Sicilia, per ragioni di sicurezza.

Ajaccio. Attentati terroristici nell'isola di Cavallo, nel territorio della Corsica, sono stati rivendicati dal 'Gruppo Resistenza', staccatosi anni fa dal Fronte di liberazione corso. Oggetto dell'azione due villaggi turistici, di cui uno in costruzione, destinati al turismo d'elite. I terroristi hanno dichiarato di aver agito per combattere la speculazione edilizia ad opera di gruppi imprenditoriali italiani legati alla mafia.

Napoli. La magistratura campana ha chiesto al Parlamento l'autorizzazione a procedere nei confronti del deputato napoletano Giuseppe Russo. L'esponente socialista e' accusato di associazione a delinquere, finalizzata alla truffa, al falso e alla corruzione elettorale.

Venezia. Arrestato Giovan Battista Furlan, direttore dei lavori della terza corsia dell'autostrada A4 'Serenissima' che collega il capoluogo veneto a Milano. L'ordine di custodia cautelare e' stato firmato dal giudice per le indagini preliminari Felice Casson: l'accusa per lui e' di concussione. (segue)

(Red/gs/adnkronos)