COSTO DEL LAVORO: AMATO - ''O L'ACCORDO O NUOVE TASSE''
COSTO DEL LAVORO: AMATO - ''O L'ACCORDO O NUOVE TASSE''

Roma, 27 lug. (adnkronos) - un aut-aut quello posto dal presidente del consiglio giuliano amato sul costo del lavoro. ai sindacati dei lavoratori e alle organizzazioni dei settori produttivi, nel corso dell'incontro di oggi che ha fissato per domani l'inizio della trattativa per la politica dei redditi, amato ha detto chiaramente che entro il 15 settembre vuole un accordo sulla materia che metta sotto controllo l'inflazione, altrimenti il governo procedera' autonomamente usando la leva fiscale.

''in assenza di certezze concordate tra le parti in materia di costo del lavoro - ha dichiarato amato in una nota scritta - la lotta indispensabile al differenziale inflazionistico, e quindi al contenimento delle dinamiche nominali, a vantaggio di una crescita di competitivita' reale del sistema non potrebbe che essere affidata all'adozione di politiche restrittive molto severe sul piano fiscale e contributivo''.

all'incontro di oggi il governo era rappresentato, oltre che dal presidente amato, dai ministri economici e da quello del lavoro cristofori. dall'altra parte del tavolo c'erano i rappresentanti dei sindacati confederali, dell'intersind, della confapi, delle organizzazioni del commercio, dell'artigianato e dell'agricoltura. domani, al primo round della maratona che si dovrebbe concludere a meta' settembre, si vedranno a palazzo chigi, insieme ai rappreseNtanti del governo, i sindacati, la confindustria, l'intersind, l'asap, la cOnfapi.

(lio/PE/ADNKRONOS)