POLITICA AMBIENTALE: LE PRIORITA' (3)
POLITICA AMBIENTALE: LE PRIORITA' (3)

(ADNKRONOS) - ''Per potenziare le strutture dedicate all'ambiente non si puo' -SECONDO RIPA DI MEANA- sfuggire al nodo, attualissimo, dei rapporti tra Stato e regioni. Penso dunque ad una riforma che metta ordine nel Ministero e alla contestuale creazione di una Agenzia per l'Ambiente che svolga funzioni:

- di raccolta dei dati e di monitoraggio dell'ambiente in un rapporto stretto con gli organi regionali e provinciali; - di formazione di una massa critica di conoscenze scientifiche necessarie alla legislazione ambientale e alla sua articolazione in norme tecniche sempre piu' aggiornate; - di assistenza progettuale e tecnica alle regioni; - di interfaccia continentale dell'Agenzia europea dell'ambiente la quale potrebbe decollare entro l'anno.

''L'Agenzia nazionale dovrebbe essere anche dotata di poteri di ispezione, ma cio' richiederebbe dotazioni di personale che oggi non possono essere realisticamente ipotizzate a meno di ricorrere a complicati trapianti tra differenti gradi istituzionali. Ecco perche' ho intenzione di mettere al lavoro un piccolo gruppo di esperti che predisponga entro la fine di agosto un progetto ragionato''. (SEGUE)

(ATA/ZN/ADNKRONOS)