CSM: MOTIVAZIONI TRASFERIMENTO DI GIAMMANCO
CSM: MOTIVAZIONI TRASFERIMENTO DI GIAMMANCO

ROMA, 4 AGO. (ADNKRONOS) - PER ACCOGLIERE LA DOMANDA DI TRASFERIMENTO PRESENTATA DA GIAMMANCO, LA TERZA COMMISSIONE DEL CONSIGLIO SUPERIORE DELLA MAGISTRATURA HA BANDITO UN COSIDDETTO ''CONCORSO VIRTUALE''. OVVERO UNA PROCEDURA IN CUI VENGONO VALUTATE LE DOTI, LE ATTITUDINI E I MERITI PROFESSIONALI DI CHI HA CHIESTO DI ESSERE SPOSTATO IN UNA NUOVA SEDE, ALLA LUCE DEI REQUISITI RICHIESTI DALLE NORME PER ASSEGNARLA. IN QUESTO CASO GIAMMANCO E' STATO VALUTATO IN BASE ALLA ''OGGETTIVA SITUAZIONE DI GRAVE TURBAMENTO DELL'UFFICIO'', GENERATASI DOPO ''LE DIMISSIONI DEL GRUPPO DEI SOSTITUTI DELLA PROCURA DISTRETTUALE PER CARENZE DI PROTEZIONE''.

''L'ISTANZA DI TRASFERIMENTO'', SECONDO I CONSIGLIERI GIUSEPPE RUGGIERO, PIO MARCONI, GENNARO MARASCA E GAETANO AMATO SANTAMARIA, CHE L'HANNO FIRMATA, ''APPARE PERALTRO ISPIRATA ALL'APPREZZABILE INTENTO DI RICOSTRUIRE UN CLIMA DI SERENITA' NELL'UFFICIO''. GIAMMANCO INOLTRE SI E' DIMOSTRATO MAGISTRATO ''DOTATO D'ALTI MERITI, D'INDISCUSSA IMPARZIALITA' ED INDIPENDENZA, DI RAGGUARDEVOLI ATTITUDINI PROFESSIONALI, D'ANZIANITA' DI SERVIZIO TALE DA RENDERLO MERITEVOLE DELL'UFFICIO RICHIESTO''. INOLTRE ''L'ALTO SENSO DI RESPONSABILITA' ISTITUZIONALE'' DEL PROCURATORE DI PALERMO, GLI HA PERMESSO DI AGIRE CON UN GESTO CHE ''HA RIMOSSO OGNI OSTACOLO ALLA RISOLUZIONE TRAUMATICA DELLA VICENDA'' NATA CON LE DIMISSIONI DEI SOSTITUTI PALERMITANI.

(AND/as/adnkronos)