I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Sarajevo. Ancora una Notte di fuoco nella capitale bosniaca. La citta' e' stata colpita dalle artiglierie. Confermata la notizia dell'esistenza di campi di concentramento serbi. La croce Rossa internazionale ha chiesto l'immediato e incondizionato accesso a tutte le prigioni della Bosnia.Intanto il presidente croato Franjo Tudjman sarebbe stato confermato capo dello stato. Il suo partito controlla quasi al settanta per cento il parlamento pur avendo ricevuto meno del cinquanta per cento dei suffragi.Quindi non ci sono problemi per la formazione del nuovo governo.

Mosca. Il comando dell'ex flotta sovietica in Mar Nero sara' esercitato congiuntamente dalla Russia e dall'Ucraina, almeno fino al 1995. Lo hanno deciso ieri i presidenti delle due repubbliche, Boris Eltsin e Leonid Kravchuck, nel corso di una riunione a Yalta, in Crimea. I due presidenti hanno assunto, subito dopo il raggiungimento dell'accordo, il comando della flotta che ha cessato quindi di appartenere alla Comunita' degli Stati Indipendenti.

Kuwait City. Duemila marines americani hanno simulato ieri uno sbarco su una spiaggia dell'emirato. Sono cominciate cosi' le manovre ''Eager Mace'', operazioni congiunte fra Stati Uniti e Kuwait. Le esercitazioni, in programma per il prossimo novembre, sono state frettolosamente anticipate da Bush dopo la beffa di Bagdad agli ispettori dell'Onu, per dare una dimostrazione di forza a Saddam Hussein.intanto altri 2400 soldati stanno arrivando dagli Usa, protetti alla spalle dalla flotta navale che fa capo alla portaerei Indipendence nel Golfo Persico.

Johannesburg. In sudafrica milioni di lavoratori neri hanno preso parte allo sciopero indetto dall'African National Congress (Anc) di Nelson Mandela. Cosi' l'Anc vuol premere sul governo bianco del presidente Frederik De Klerk affinche' venga costituito un ''governo ad interim di unita' nazionale'' allargato alla maggioranza nera incaricato di portare a termine l'opera di smantellamento dell'apartheid e di convocare le elezioni costituenti a suffragio universale. Incidenti si sono avuti a Soweto: tre gli africani uccisi e quattro i poliziotti feriti. (segue)

(red/gs/adnkronos)