SOMALIA: GUERRA CIVILE, TRE QUARTI DEI BAMBINI MUORE DI FAME
SOMALIA: GUERRA CIVILE, TRE QUARTI DEI BAMBINI MUORE DI FAME

Washington, 4 ago. (Adnkronos/Dpa)- Sono i bambini sotto i cinque anni di eta' le vere vittime della guerra civile somala, vittime uccise non a colpi di fucile ma per mancanza di cibo. James, Kunder, funzionario dell'agenzia americana per gli aiuti internazionali (Aid), e' appena tornato da una visita in Somalia ed ha confermato, in una conferenza stampa a Washington, la terribile statistica della morte per fame di tre bambini somali su quattro.

''Il problema non e' la mancanza di cibo -ha detto Kunder- il vero problema sono le bande armate che scorazzano per il paese, impedendo la distribuzione degli aiuti e saccheggiando le scorte di cibo. Gli aiuti finiscono ammucchiati nelle banchine dei porti d'arrivo e non possono essere distribuiti nel paese perche' le squadre sono totalmente indifese di fronte ai banditi''.

La Croce Rossa Internazionale stima che circa 1,5 dei sei milioni di bimbi nati in Somalia dall'inizio della guerra civile nel 1984 siano morti nei primi mesi di vita. La stima dei minori di 5 anni morti dall'inizio del conflitto e' del 25 per cento. Secondo Kunder, dovrebbe essere costituito ''immediatamente'' un corpo di sicurezza che sorvegli la distribuzione degli aiuti. Un primo passo, secondo il funzionario dell'Aid, potrebbe essere la progettata spedizione in Somalia di un contingente di pace dell'Onu di 500 effettivi.

(pab/AS/ADNKRONOS)