COMMERCIO ESTERO: CORTE DEI CONTI, MINISTERO DA REVISIONARE
COMMERCIO ESTERO: CORTE DEI CONTI, MINISTERO DA REVISIONARE

roma, 5 ago. (adnkronos) - il ministero del commercio con l'estero? un apparato da revisionare. e' questo il profilo del ministero tracciato dalla corte dei conti nella relazione sull' esercizio '91 dello stato. in risalto la spesa maggiore per il mantenimento dell'apparato rispetto a quella promozionale. un dato che suona come un campanello d'allarme. ''a fronte delle ridotte competenze del ministero a favore di una sua piu' peculiare funzione di indirizzo e coordinamento - scrive la corte dei conti - ci si sarebbe aspettati una conseguente drastica riduzione, oltre ad una revisione della distribuzione per qualifiche, della consistenza organica del personale stesso''.

dai dati esaminati invece, risulta che il personale e' tuttora inquadrato con mansioni esecutive e di concetto, circostanza che '' mal si concilia con i compiti di indirizzo spettanti al ministero''. c'e' da ricordare infatti, che al ministero non compete piu' da tempo la predisposizione del programma promozionale, ma deve solo dettarne gli indirizzi.

in attesa di una revisione dell'intero apparato, secondo la corte il ministero deve '' comunque procedere a dettare linee guida di politica promozionale per un incremento delle esportazioni, tenendo conto del quadro di riferimento internazionale e in particolare della realizzazione del mercato unico europeo e degli obiettivi fissati in sede di uruguay round, nel clima di una maggiore autonomia gestionale degli organismi operanti nel settore dell' import-export''.

(red/PE/ADNKRONOS)