CORTE DEI CONTI: NO AI TROPPI CONDONI (3)
CORTE DEI CONTI: NO AI TROPPI CONDONI (3)

(ADNKRONOS) - soffermandosi sui rimborsi la corte dei conti rileva che la complessita' della legislazione in materia di agevolazioni e di oneri deducibili e' considerata fra le cause che hanno determinato una situazione ormai matura per soluzioni urgenti. la crescita degli oneri per rimborsi, mentre nell'economia generale del bilancio dello stato influisce sulla trasparenza e sulla veridicita' dell'equilibrio complessivo, rischia soprattutto nei rapporti con il contribuente corretto di accentuare i disagi della questione fiscale. una chiarificazione -ad avviso della corte- si impone.

soffermandosi infine sulla gestione dei beni dello stato la corte rileva che tale gestione non appare soddisfacente. e cio' sia sotto il profilo della ipotesi di alienazione dei beni per risanare il bilancio dello stato, che sotto il profilo dell'ottimale impiego delle risorse immobiliari in relazione agli introiti connessi all'uso dei beni da parte di soggetti terzi rispetto all'amministrazione. manca, ad avviso della corte una concreta strategia operativa in ordine alla gestione dei beni immobili dello stato. cio' trova conferma nei risultati delle operazioni di gestione in termini di proventi, tuttora del tutto inadeguati alle meno favorevoli condizioni di mercato astrattamente praticabili da un qualsiasi proprietario o gestore di beni immobili.

(red/AS/ADNKRONOS)