COSTO DEL LAVORO: LARIZZA (UIL) (2)
COSTO DEL LAVORO: LARIZZA (UIL) (2)

(adnkronos) - Secondo: ''E' falso sostenere che sia stato concordato il blocco della contrattazione integrativa; e' stata concordata la moratoria fino al dicembre del '93, solo per gli incrementi salariali contrattati''.

Terzo: ''E' falso sostenere che con l'accordo si e' soppressa la scala mobile: quella scala mobile non c'era piu' dal dicembre del '91 col pieno accordo tra governo e sindacati. Con l'accordo si e' previsto un nuovo modello di difesa automatica delle retribuzioni che scatta solo nei momenti di 'vacanza' contrattuale''.

Quarto: La rottura dell'unita' sindacale ''e' poi il falso piu' ignobile''. La rottura ci sarebbe stata solo in caso di firme separate, ma cio' non e' avvenuto e infatti ''lo stesso giorno della firma, si e' chiarito che le firme erano tre o nessuna''.

Quinto: L'accordo prevede una politica di tutti i redditi e non solo dei salari, come sostengono i critici.

Riguardo i problemi nati in casa Cgil, Larizza dice che ''ora nel sindacato si giocano i valori fondamentali attraverso cui definire il ruolo e le prospettive future; solo da questa scelta si decideranno i destini dell'unita' del sindacalismo confederale''. Quando questo avverra' ''non si potra' invocare Amato quale responsabile delle rotture, ne' sara' consentito utilizzare - conclude Larizza - l'unita' con Cisl e Uil quale alibi dei problemi che la Cgil fa crescere ed esplodere al proprio interno''.

(red/pan/adnkronos)