LEGGI DELEGA: ALESSANDRINI (CISL) IL GOVERNO CONSULTI I SINDACATI
LEGGI DELEGA: ALESSANDRINI (CISL) IL GOVERNO CONSULTI I SINDACATI

Roma, 5 ago. (Adnkronos)- ''Malgrado gli impegni del Presidente Amato con Cgil- Cisl- Uil, il Governo decide sulla delega relativa a sanita' e previdenza senza alcun confronto di merito con le Organizzazioni sindacali, che pur da tempo hanno presentato ai Ministri interessati una piattaforma unitaria di emendamenti''. Lo ha dichiarato il segretario Confederale della Cisl, Giorgio Alessandrini, secondo il quale ''l'emendamento deciso oggi sul finanziamento del Servizio Sanitario Nazionale comporta un aggravio contributivo su salari e pensioni e certamente accentuera' il dualismo delle prestazioni sanitarie tra Nord e Sud del Paese''.

''Il riordino della previdenza, con l'orientamento espresso oggi dal Governo e la rinuncia a emendare il suo testo all'esame del Senato, - ha sottolineato Alessandrini - penalizzera' da un lato i pensionati, con l'annualizzazione della contingenza e con la cancellazione del sistema di aggancio alla dinamica delle retribuzioni (dal 1 gennaio '93 scatterebbero circa due punti e mezzo), dall'altro le fasce sociali piu' deboli (donne, lavoratori del sud, stagionali, disoccupati e cassaintegrati) manomettendo l'attuale regime delle pensioni di anzianita' ed aumentando il minimo contributivo per le pensioni di vecchiaia''.

''L'improvvisazione e l'iniquita''' che ne deriva, a giudizio di Alessandrini, ''rischia di compromettere le basi dell'accordo del 31 luglio e di determinare l'inevitabile reazione da parte sindacale''.

(RED/PE/ADNKRONOS)