MANOVRA: GLI EMENDAMENTI ALLA LEGGE DELEGA
MANOVRA: GLI EMENDAMENTI ALLA LEGGE DELEGA

Roma, 5 ago. - (adnkronos) - Un solo punto di contingenza annuale, sganciamento delle pensioni dalla dinamica salariale, mantenimento delle misure gia' previste sull'innalzamento dell'eta' pensionabile, che resta facoltativa e non obbligatoria. Questo il senso degli emendamenti introdotti dal governo alla legge delega nella parte relativa alla previdenza.

Le modifiche sono state decise nel corso di una riunione a palazzo Chigi tra il presidente del consiglio Amato, i ministri, dell'interno mancino, delle finanze Goria, del bilancio Reviglio, della sanita' De Lorenzo, il sottosegretario al tesoro Sacconi, e i presidenti delle competenti commissioni senatoriali.

IL testo emendato della legge delega sara' trasmesso tra oggi e domani alla commissione bilancio di palazzo Madama, il voto della commissione e' atteso prima della pausa estiva del senato fissata per il 14 agosto.

Emendamenti di rilievo sono stati introdotti anche nella parte della legge delega relativa al settore sanitario. Il ministro De Lorenzo ne ha indicati due: il primo riconosce il trasferimento alle regioni dei contributi sanitari dei residenti, e prevede la possibilita' di aumentare fino al 10 per cento le attuali contribuzioni. IL gettito aggiuntivo sarebbe di 6 mila miliardi. IL secondo emendamento introduce la possibilita' di forme mutualistiche di tipo aziendale gestite dai sindacati.

(Red/Pan/adnkronos)