TIRRENA: IL SALVATAGGIO (2) - GUARINO, FARACE E CICCHITTO
TIRRENA: IL SALVATAGGIO (2) - GUARINO, FARACE E CICCHITTO

(adnkronos) - La pdl di iniziativa dei senatori e' appoggiata anche dal governo. ''oltre ad esprimere parere favorevole -ha detto il ministro dell'industria guarino- ho auspicato che la commissione approvi in sede deliberante il provvedimento che -ha aggiunto- allarga al settore assicurativo dei meccanismi di salvataggio gia' esistenti nel mondo creditizio. si tratta di un aspetto finora non considerato dalla legislazione specialistica e determina condizioni di uguaglianza tra le varie compagnie''.

il ministro, ha poi escluso che la legge dia eccessiva discrezionalita' al ministro dell'industria, ''perche' -ha spiegato- si parte da accertamenti obiettivi legati a parametri che devono essere suffragati da pareri dell'isvap e della commissione consultiva''. d'accordo col ministro si e detto il sottosegretario con delega per le assicurazioni luigi farace. ''l'obiettivo -ha detto- e' quello di dotare il mercato assicurativo di uno strumento di salvataggio efficace. occorre -ha aggiunto- creare le condizioni per un intervento in tempo utile facendo del commissariamento uno strumento di effettivo salvataggio con adeguate risorse finanziarie e non l'anticamera della liquidazione coatta amministrativa''.

Contrari alla pdl, la lega nord, il psi e il pli. ''se l'operazione di salvataggio -ha detto fabrizio cicchitto- non riesce bisognerebbe almeno prevedere il ritorno dei finanziamenti concessi al fondo di garanzia''. per il liberale giacomo paire invece ''la pdl e' moralmente deprecabile. in questo modo -ha detto- chi ha mangiato il pollo se la passa liscio e tranquillo e puo' ricominciare da capo dopo aver utilizzato i finanziamenti pubblici''.

(ric/gs/adnkronos)