AEREI: COMPUTER SOTTO ACCUSA PER L'AIRBUS
AEREI: COMPUTER SOTTO ACCUSA PER L'AIRBUS

Bangkok/Tokio, 5 ago - (adnkronos/dpa) - E' di nuovo polemica dura sull'Airbus e sul suo ''eccesso di computerizzazione'' criticato in passato anche dai piloti: l'A-310-300 precipitato venerdi' nel Nepal, con la morte di 113 persone, il volo Tg-311 della Thai, era stato afflitto da problemi con i computer almeno dieci volte in meno di un mese. Lo riferisce, con ampi dettagli, il quotidiano giapponese ''Yomiuri Shinbun'', citando in un reportage da Bangkok fonti degne di fede. I problemi riguardavano sia il sistema di guida computerizzato dell'Airbus che quello delle spie e degli allarmi di bordo.

Secondo il quotidiano giapponese, i computer di bordo continuavano a segnalare misteriosi falsi allarmi e alla fine dopo ripetuti tentativi di scoprire la causa del problema, erano stati sostituiti. Ma i problemi si erano verificati di nuovo, l'ultimo ad appena due giorni dalla tragedia, convincendo i tecnici a procedere ad un controllo generale dei sistemi elettronici. Uno dei lati oscuri della tragedia, avvenuta peraltro in tremende condizioni atmosferiche, quando l'Airbus si e' schiantato sul fianco di una montagna a 3500 metri di quota mentre cercava di arrivare a Katmandu, riguarda proprio il fatto che l'aereo era completamente fuori rotta.

I computer di bordo sono stati chiamati in causa piu' volte negli ultimi tempi, soprattutto per il loro strapotere nelle piu' moderne versioni dell'Airbus, e in particolare da parte dei piloti che sentono di non avere piu' sufficiente controllo a bordo.

(cab/pan/adnkronos)