USA '92: ''STORICO ERRORE'' IL NO ALL'ABORTO
USA '92: ''STORICO ERRORE'' IL NO ALL'ABORTO

Houston, 17 ago. (adnkronos) - Il no all'aborto che sembra essere gia' diventato la parola d'ordine alla convention repubblicana che ha preso il via oggi a Houston potrebbe essere solo la punta di un iceberg: dietro alla decisione di George Bush e del partito repubblicano di restringere ulteriormente il diritto di aborto negli Stati Uniti, secondo molti osservatori si nasconde in realta' la tentazione di una forte sterzata a destra per catturare voti nei movimenti cattolici e fondamentalisti.

La disperata caccia di consensi per colmare il divario con il candidato democratico Bill Clinton starebbe spingendo i repubblicani ad abbandonare la politica di centro e a sposare alcune discutibili scelte che piacciono alla parte ultraconservatrice dell'elettorato. Quali che siano le motivazioni delle scelte ai vertici, i fautori della liberta' di scelta tremano e gli analisti considerano uno ''storico errore'' i passi contemplati.

Fra questi figurano: la soppressione dell'educazione sessuale nelle scuole, eccezion fatta per i ''programmi di astinenza''; la realizzazione di ''strutture'' alla frontiera con il Messico per arginare il flusso di immigranti clandestini; l'opposizione agli omosessuali nelle forze armate e gli attacchi a trasmissioni finanziate con fondi pubblici giudicate ''oscene e blasfeme, spacciate come artistiche''. (segue)

(ccr/PE/ADNKRONOS)