IRAQ: RIFONDAZIONE COMUNISTA - L'ITALIA SI DISSOCI DA BUSH
IRAQ: RIFONDAZIONE COMUNISTA - L'ITALIA SI DISSOCI DA BUSH

Roma, 17 ago. (adnkronos) - In una interpellanza al presidente del consiglio, i deputati di rifondazione comunista che fanno parte della commissione esteri chiedono che l'Italia si dissoci ''dai tentativi operati dall'amministrazione Bush di prefabbricare un incidente con l'Iraq, al fine di perpetuare un bombardamento su Bagdad''. Lucio Manisco, Severino Galante e Sergio Garavini si riferiscono alle rivelazioni del 'New York Times'' secondo il quale la Casa Bianca punterebbe a provocare un incidente per attuare una ritorsione militare ed aiutare cosi' la campagna presidenziale di Bush, e affermano che ''l'Italia non puo' rimanere in silenzio di fronte a questo uso scellerato di istituzioni internazionali come l'Onu per fini assolutamente inaccettabili''.

''Il governo italiano -proseguono i deputati comunist- deve mandare una nota di protesta al presidente Bush e richiedere che analoghi passi siano fatti anche dalla Cee. Cinico e barbaro e' infatti -concludono Manisco, Galante e Garavini- quel governo che, non avendo piu' il consenso interno, cerca di conservarsi il potere bombardando citta' con pretesti faziosi e seminando nuova morte e distruzione fra la popolazione civile''.

(Red/gs/adnkronos)