OREFICERIA: AD AREZZO ARIA DI RIPRESA
OREFICERIA: AD AREZZO ARIA DI RIPRESA

ROMA, 22 AGO. (ADNKRONOS)- C'E' CRISI NEL SETTORE ORAFO, MA CI SONO ANCHE SEGNALI DI RIPRESA. LA MOSTRA ''ORO DI AREZZO'', ORGANIZZATA DAL CENTRO AFFARI E PROMOZIONI DAL 5 ALL'8 SETTEMBRE, CHIARIRA' LE TENDENZE DEI MERCATI NELLA CITTA' TOSCANA. NEGLI ULTIMI MESI, HANNO CHIUSO I BATTENTI QUASI 70 DITTE ORAFE E LA UNOAERRE HA ANNUNCIATO UN PIANO DI RILANCIO E RISTRUTTURAZIONE CHE PREVEDE UNA RIDUZIONE GRADUALE DI PERSONALE DI 195 UNITA' LAVORATIVE.

MA IL TESSUTO INDUSTRIALE DI AREZZO E' ANCORA FORTE CON CIRCA 980 IMPRESE ORAFE E 8.500 ADDETTI, INOLTRE, CI SONO I PRIMI SEGNI DI RIPRESA NEL MERCATO AMERICANO, IL PIU' IMPORTANTE PERCHE' ASSORBE IL 35 PER CENTO DELL'ESPORTAZIONE. I GIOIELLI ITALIANI SONO L'UNICO PRODOTTO NAZIONALE AD AVERE INVERTITO LA TENDENZA NEGATIVA NEGLI USA, RIAPRENDO IL FLUSSO POSITIVO CON UN INCREMENTO DELLE VENDITE DI +12,8% RISPETTO AI PRIMI 4 MESI DEL 1991, TOCCANDO UNA QUOTA DI EXPORT DI 456 MILIARDI.

LA FORMULA DI QUESTO RISULTATO ''SPIEGANO I DIRIGENTI DEL CENTRO AFFARI DI AREZZO - CONSISTE NELLA NUOVA STRATEGIA DI REVISIONE DEL RAPPORTO QUALITA'/PREZZO: MIGLIORANO I PRODOTTI E DIMINUISCE IL LORO COSTO DI VENDITA (PER ORA SOLO A SCAPITO DELL'UTILE D'IMPRESA). L'OBIETTIVO DELLA RICONQUISTA DEI PRINCIPALI MERCATI ESTERI, DOPO LA CRISI POST -GOLFO PERSICO, SARA' AFFIDATO A QUESTA FORMULA.

(RED/BB/ADNKRONOS)