TASSE: NOTA MINISTERO FINANZE (2)
TASSE: NOTA MINISTERO FINANZE (2)

(ADNKRONOS) - il comunicato del ministero delle finanze ripercorre le tappe del provvedimento e difende l'operato dell'amminiStrAzione, che -sottolinea- ''non puo' perseguire obiettivi sia pure legittimi, ma extratributari se non in corrispondenza con una politica generale del governo''. un modo per dire che il ministero si e' limitato ad applicare le deliberazioni del parlamento.

''nel luglio scorso -ricorda il ministero- il governo decise il raddoppio di alcuni bolli e dalla tassa di concessione governativa. il parlamento nell'approvare l'iniziativa conferi' al governo la delega per (arrotondando, accorpando e razionalizzando ) tutta la materia. il ministero delle finanze ha dinque elaborato nuove tabelle che hanno portato ad aumenti per patente e passaporto, ma anche considerevoli riduzioni per quanto riguarda i brevetti e il porto d'arma per cacciatori''.

il ministero delle finanze poi ricorda che i principi ispiratori del riordino ed alcuni particolari (patente, trasporto porto d'armi) ''erano stati chiaramente dichiarati dal ministro goria durante il dibattito parlamentare e avevano riscontrato un sostanziale consenso. dunque -conclude il comunicato- non e' il caso di parlare di provvedimanto improvviso e inaspettato ed i tempi per il pagamento dei nuovi importi sono tali da non dover creare ne' file ne' caos''.

(red/PE/ADNKRONOS)